Concerti ed Eventi

27 e 31/1: Due concerti nella "Settimana della Memoria"

Locandina Settimana Memoria 2019
Domenica, 27 Gennaio 2019 ore 18:30
Aula Magna del Conservatorio "Casella" e Chiesa di S. Maria del Suffragio - L'Aquila

Due concerti per la "Settimana della memoria".
In collaborazione con la Rettoria della chiesa di S. Maria del Suffragio dell'Aquila.
Col patrocinio del Comune dell'Aquila

27 gennaio Aula Magna del Conservatorio "Alfredo Casella" ore 18.30:
Concerto dedicato a musiche originali di compositori ebrei perseguitati, alternate a letture sul tema della Shoah. 

Organo: 
Francesco D’Annibale, Simone Di Meo, Martina Guerrieri, Alessandro Alonzi,
Carlo Ferdinando de Nardis

Trio d'Archi:
Violino Anna Conti Viola Luca Giuliani Violoncello Tommaso Bricchi
Voce recitante Rossella Galasso

31 gennaio: Chiesa di Santa Maria del Suffragio ore 18.30:
“Intonazioni, Canzoni e Sonate” di Salomone Rossi con la lettura di Poesie di Primo Levi.

Organo Andrea Coen, Flauto dolce Maria De Martini, Voce recitante Rossella Galasso

 

Troppo grande è l'orrore e lo sgomento per la follia collettiva che ha colto una Nazione che per noi musicisti vuol dire in primis la madrepatria di Bach, Beethoven, Brahms, Schumann ecc... Quasi incomprensibile il mistero per cui in quella grande Nazione, già fucina di civiltà e cultura europea, "un misero provinciale venuto da un angolo remoto dell'Austria asburgica sia riuscito a conquistare un potere senza precedenti; di come le idee improbabili e spregevoli di un ex studente di storia dell'arte perdigiorno siano riuscite a saldarsi in un'ideologia che per dodici anni segnò il destino di milioni di persone (Hitler; Ian Kershaw)".

Per questa ragione anche il nostro Conservatorio vuole onorare queste giornate di ricordo e di memoria raccontando ai suoi studenti, con la musica e con i vissuti e accorati versi di Primo Levi, come troppe volte l'umanità sembra dirsi, vanamente, "mai più" e tuttavia non sembra poi saper riconoscere, fin dai suoi primi segnali, la "banalità del male".

Giandomenico Piermarini
Direttore del Conservatorio

Io so cosa vuol dire non tornare.
A traverso il filo spinato
Ho visto il sole scendere e morire;
Ho sentito lacerarmi la carne.
Le parole del vecchio poeta:
"Possono i soli cadere e tornare:
A noi, quando la breve luce è spenta,
Una notte infinita è da dormire".

Il tramonto di Fossoli – dal volume “Ad ora incerta” di Primo Levi

 

Logo Chiesa

col patrocinio del Comune dell'Aquila

logo laquila